Rar e File .rev: Come ricostruire Archivi su Debian

Recupero Archivio Corrotto Debian

Versione Vado di fretta

– Scarica l’ultima versione 32 o 64 bit di rar per linux da qui
– Scompatta l’archivio tar -xzvf nomepacchetto.tar.gz
– Entra nella cartella e digita sudo make install
– Entra nella cartella con i file dell’archivio e digita rar rc nomepacchetto001.rar
– Digita rar e nomepacchetto001.rar
– Ciao

Versione Raccontiamocela un po

Spesso capita di dover prelevare dal web dei file di grandi dimensioni che per comodità o limiti degli hosting gratuiti, vengono suddivisi in tanti file rar. Se la sfortuna è tua compagnia di avventure, ti puoi ritrovare con uno di questi file non più disponibili o, peggio, con uno o più archivi corrotti.

Che si fa? Ho testato più volte le tecniche “imprecazione” e “pc dalla finestra”.. NON funzionano.

La soluzione è utilizzare i file .rev (se disponibili ovviamente) per ricostruire le parti mancanti. Solitamente quando l’archivio è composto da un notevole numero di parti, i file .rev vengono messi a disposizione per risolvere i problemi menzionati qui sopra.

Il funzionamento è molto semplice, ad 1 file .rev corrisponde un file .rar recuperato. Se hai trovato 2 file rar corrotti, ti serviranno 2 file rev e via dicendo.

Per ricostruire le parti rar mancanti su sistemi windows è molto semplice: premettendo di aver già winrar correttamente installato, basterà riporre tutti i file archivio .rar e .rev nella stessa cartella, cliccare il tasto destro sul primo file (intendo primo file .rar) e selezionare estrai qui. Winrar farà tutto il lavoro e impiegherà del tempo in base alla potenza del processore, quantità di archivi da recuperare e dimensioni files.

Se siete su sistemi linux, come il sottoscritto che utilizza Debian 8 Jessie a 64bit? Come si recupera un archivio corrotto?

Installare winrar su debian jessie (o altre distro) non è difficile; prima di tutto recuperiamo l’ultima versione di rar disponibile dal sito https://www.winrar.it/prelievo.php si trova la versione rar 32 o 64bit da scegliere in base al proprio processore.
Da terminale scompattiamo l’archivio appena scaricato con il comando

tar -xzvf nomepacchetto.tar.gz

e una volta entrati nella eventuale cartella digitiamo

sudo make install

Con rar installato non ci resta che procedere all’operazione di recupero… sempre da terminale entriamo nella cartella che include i nostri archivi .rar e i file di recupero .rev e digitiamo

rar rc nomepacchetto001.rar

cosi si avvierà il processo che farà un controllo di integrità dell’archivio, troverà le parti mancanti e le ricostruirà.
Una volta terminato, ci troveremo tutti i file archivio pronti all’uso e con l’ultimo comando

rar e nomepacchetto001.rar

otterremo il nostro benamato file finale!
Quindi anche utilizzando debian o altre distro linux è possibile recuperare archivi rar corrotti o mancanti attraverso i file .rev, in modo piuttosto semplice.

Ciao, alla prossima 😉


Puoi essere il primo a commentare.
Ti ricordo che tutti i link sono NoFollowFree.

Commenta questo articolo:
(Non fare l'errore di non personalizzare il tuo avatar, caricalo su gravatar.com)