Rar e File .rev: Come ricostruire Archivi su Debian

Recupero Archivio Corrotto Debian

Versione Vado di fretta

– Scarica l’ultima versione 32 o 64 bit di rar per linux da qui
– Scompatta l’archivio tar -xzvf nomepacchetto.tar.gz
– Entra nella cartella e digita sudo make install
– Entra nella cartella con i file dell’archivio e digita rar rc nomepacchetto001.rar
– Digita rar e nomepacchetto001.rar
– Ciao

Versione Raccontiamocela un po

Spesso capita di dover prelevare dal web dei file di grandi dimensioni che per comodità o limiti degli hosting gratuiti, vengono suddivisi in tanti file rar. Se la sfortuna è tua compagnia di avventure, ti puoi ritrovare con uno di questi file non più disponibili o, peggio, con uno o più archivi corrotti.

Che si fa? Ho testato più volte le tecniche “imprecazione” e “pc dalla finestra”.. NON funzionano.

La soluzione è utilizzare i file .rev (se disponibili ovviamente) per ricostruire le parti mancanti. Solitamente quando l’archivio è composto da un notevole numero di parti, i file .rev vengono messi a disposizione per risolvere i problemi menzionati qui sopra.

Il funzionamento è molto semplice, ad 1 file .rev corrisponde un file .rar recuperato. Se hai trovato 2 file rar corrotti, ti serviranno 2 file rev e via dicendo.

Per ricostruire le parti rar mancanti su sistemi windows è molto semplice: premettendo di aver già winrar correttamente installato, basterà riporre tutti i file archivio .rar e .rev nella stessa cartella, cliccare il tasto destro sul primo file (intendo primo file .rar) e selezionare estrai qui. Winrar farà tutto il lavoro e impiegherà del tempo in base alla potenza del processore, quantità di archivi da recuperare e dimensioni files.

Se siete su sistemi linux, come il sottoscritto che utilizza Debian 8 Jessie a 64bit? Come si recupera un archivio corrotto?


Continua a leggere… »

Indirizzo Posta Certificata PEC di Wind Infostrada

Posta Certificata PEC Wind Infostrada

Ho recentemente disdetto il contratto telefono/adsl di casa con Wind/Infostrada per via della connessione ad internet imbarazzante negli orari di punta; come spesso (sempre) succede (si, ancora oggi) la semplice operazione può diventare molto tortuosa e cosi è stato anche per me.

Come si comunica con aziende di questo tipo? Con raccomandate cartacee secondo il servizio clienti.. ma è possibile che nel 2015 un’agenzia di telecomunicazioni come Wind Infostrada non abbia un benedetto indirizzo di posta certificata PEC che, oltretutto, è obbligatorio per legge?

Ma certo che lo ha… se fate una ricerca online, o direttamente sul sito del registro imprese lo si trova facilmente e proprio per aumentare ancor di più la facilità lo ripubblico anche io!

L’indirizzo email di posta certificata PEC di Wind Infostrada è windtelecomunicazionispa@mailcert.it lo scriviamo in rosso anche 😉

L’indirizzo è funzionante e, anche se cercano di tenerlo nascosto, hanno il dovere di controllare la posta in arrivo perché, ricordo, la Posta Certificata ha lo stesso valore di una raccomandata AR. Basta quindi tenere la ricevuta e in caso di controversie non possono dire niente.


Continua a leggere… »

Google Tag Remarketing Dinamico in Prestashop 1.5

Tag Remarketing PrestashopNegli ultimi giorni ho dovuto implementare il tag remarketing dinamico di Google su prestashop 1.5.x, non remarkating standard quindi, ma tag di remarketing dinamico con invio dell’id prodotto, il tipo di pagina e il totale carrello; questo sistema di analisi è da utilizzare in concomitanza con Google Merchant (o Shopping), in cui dovrai già aver inserito il tuo feed di prodotti.

Ho trovato online diverse soluzioni, moduli e chi più ne ha più ne scriva e alla fine ho fatto un “merge” tra due soluzioni trovate nel forum principale di prestashop; precisamente queste due discussioni http://www.prestashop.com/forums/topic/314154-remarketing-google-prestashop-15/ e http://www.prestashop.com/forums/topic/330200-add-the-dynamic-remarketing-tag-into-prestashop/.

Di seguito il codice che ho ricavato e che funziona correttamente, confermato anche da un consulente Google.

Nel file footer.tpl del theme in uso, aggiungere prima della chiusura del tag body:

<!– google remarketing script –>
<script type=’text/javascript’>
var google_tag_params = {
{if $page_name == ‘index’}
ecomm_pagetype: ‘home’
{elseif $page_name == ‘order’}
ecomm_prodid: [{foreach from=$products item=product name=prodid}'{$product.id_product}-it'{if $smarty.foreach.prodid.last}{else}, {/if}{/foreach}],
ecomm_pagetype: ‘cart’,
ecomm_totalvalue: ‘{convertPrice price=$cart->getOrderTotal(true)}’
{elseif $page_name == ‘order-opc’}
ecomm_prodid: [{foreach from=$products item=product name=prodid}'{$product.id_product}-it'{if $smarty.foreach.prodid.last}{else},{/if}{/foreach}], ecomm_pagetype: ‘cart’, ecomm_totalvalue:'{convertPrice price=$cart->getOrderTotal(true)}’
{elseif $page_name == ‘product’}
ecomm_prodid: ‘{$product->id}-it’,
ecomm_pagetype: ‘product’,
ecomm_totalvalue: ‘{$product->getPrice(true, $smarty.const.NULL, $priceDisplayPrecision)}’

Continua a leggere… »

Dreamweaver Aggiunge Righe Vuote nel Codice Html

Righe vuote nel codice Dreamweaver

Vi è mai capitato usando Macromedia Dreamweaver di trovarvi nel codice html un sacco di righe vuote?

Cosa molto fastidiosa, una volta aperto un file spaziato giusto lo visualizza con una riga vuota dopo ogni riga di codice, allungando molto la pagina e riducendo la leggibilità; ovviamente poi al momento del salvataggio, verranno salvate anche queste righe vuote in più.

Oggi mi è capitato per l’ennesima volta, quindi stufo di questa spaziatura ho deciso di dedicare qualche minuto per scoprire il problema.

La risposta a queste righe vuote nel codice sta nel come viene interpretata l’interruzione di riga; nel mio caso era impostata la codifica “windows” e lavorando su un server hosting linux lo traduceva in un doppio a capo.

Come potete vedere nell’immagine qui sopra ho impostato “tipo di interruzione di riga” su “Unix” e il problema fastidioso è scomparso. Svelato il mistero 😉

Ho deciso di scrivere questa soluzione così magari evito arrabbiature a qualcuno, o spero almeno. Tralasciando il discorso dreamweaver credo possa tornare utile anche per altri editor, soprattutto quelli che hanno l’ftp incorporato.

Html Nel Messaggio Email Problema Outlook 2003

Bug Html Outlook 2003

Qualche giorno fa ho perso veramente un sacco di tempo con Outlook 2003 e il problema che visualizzava il codice html nel messaggio e-mail, non veniva elaborato. Per capirci riporto le prime righe di come visualizzava un messaggio:

Return-Path: <xxxxx>
Delivered-To: xxxxxx
Received: (qmail 18046 invoked by uid 89); 25 Nov 2010 18:09:43 -0000
Received: by simscan 1.2.0 ppid: 17889, pid: 17899, t: 0.8938s
scanners: clamav: 0.96.4-exp/m:52 spam: 3.3.1
Received: from unknown (HELO xxxxx) (xxxxx)
by xxxx with SMTP; 25 Nov 2010 18:09:42 -0000
Received: from FBCMFE02B22.fbc.local ([xxx]) by
xxxx with Microsoft SMTPSVC(6.0.3790.3959);
Thu, 25 Nov 2010 19:09:42 +0100
Received: from [xxxx] ([xxxx]) by FBCMFE02B22.fbc.local
with Microsoft SMTPSVC(6.0.3790.3959);
Thu, 25 Nov 2010 19:08:50 +0100
Message-ID: <xxxxxx>
Disposition-Notification-To: “FE.NI.CE. PR – invio” <xxxxx>
Date: Thu, 25 Nov 2010 19:08:57 +0100
From: “FE.NI.CE. PR – invio” <xxxx>
Organization: FE.NI.CE. PR
User-Agent: Mozilla/5.0

e immaginate quanto continua, questo è solo una piccola parte dell’intestazione. Comincio a spulciare tra le opzioni e faccio alcune modifiche, ma il problema rimane, ad intervalli casuali arriva un’email contenente codice html non elaborato.

Cosa si fa in questi casi? si chiede a Google!

Questo è proprio il motivo per cui scrivo questo post, in quanto non sono riuscito a trovare una risposta “googlando” visto che c’era una gran richiesta di un problema simile e non trovavo le keywords giuste per arrivare alla soluzione per me.
Continua a leggere… »